MarketingPillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Certo Sbagliando si impara, ma certi errori è meglio evitarli in partenza.

Hai appena iniziato il tuo lavoro con un nuovo cliente che non conosci e ci tieni a far bella figura, come tutti del resto, ma a volte si rischia il tracollo senza nemmeno accorgersene.

Ecco 5 errori che non devi assolutamente fare per non affossare la tua strategia.

1. ASCOLTARE TROPPO IL CLIENTE

ascoltare troppo il cliente

Ti sembrerà un paradosso, ma a volte è meglio ascoltare con un orecchio e far uscire il resto dall’altro, fare dunque orecchio da mercante. Fatti un’idea del tuo cliente, della sua azienda, approfondisci chiedendo tutte le informazioni che ti possono servire per costruire la strategia che ritieni più opportuna, ma attento a non cadere nell’errore di costruire una strategia per accontentare il cliente seguendo troppo le sue linee guida. RISCHI DI LAVORARE SU IPOTESI FATTE DA ALTRI e non da te conclarate e studiate. (PERICOLOSISSIMO)

2. ASSECONDARE TROPPO IL CLIENTE

assecondare troppo il cliente

Chi ha detto che il cliente ha sempre ragione, sbagliava!! Il marketing del servilismo non porta proprio da nessuna parte. Hai preso un lavoro? Hai in mente la strada da percorrere? Bene allora non farti distogliere dal tuo percorso. (Ovvio che non si può essere intransigenti con il proprio capo ma cerca di capire se le alternative che ti vengono chieste, rientrano in qualche modo nella tua strategia o per lo meno possono servire a raggiungere il tuo obiettivo). Ma secondo me se non le avevi ancora considerate forse un motivo c’era. Non svalutare mai le tue conoscienze, per poche che siano se hanno radici solide ti porteranno a raggiungere il tuo obiettivo. Abbi il coraggio di dire NO QUESTO NON E’ IL MOMENTO DI FARLO.

3. FARE TUTTO E SUBITO

fare tutto e subito

Vuoi fare bella figura, mantenere il rapporto di lavoro, e ad ogni richiesta con entusiasmo ti butti a capofitto e prepari quello richiesto. Ogni cosa ha bisogno di tempo, stabilisci sempre i tempi di realizzazione di un compito per poterti organizzare nel modo migliore. E soprattutto datti il tempo per evitare di lavorare inutilmente, molte volte capita che chi ti ha chiesto la redazione di una mail, di un articolo, o di una pagina web, cambi idea improvvisamente e il risultato è quello di AVER BUTTATO VIA ORE DEL TUO TEMPO.

4. MARKETING STRATEGICO E OPERATIVO TUTTO IN UNO

Marketing strategico e operativo tutto in uno

Sembrerà scontato, ma non lo è poi così tanto. Solo perchè sei capace di fare una cosa non è detto che debba per forza farla tu. Se ti occupi di Marketing Strategico, non puoi metterti a fare Marketing operativo. Non farai bene nè l’uno nè l’altro. Chiarisci al tuo cliente che il Marketing Strategico si basa sui dati che ottiene dal lavoro del Marketing Operativo. In sostanza se disperdi il tuo tempo nell’operativo, non potrai svolgere efficacemente le analisi dello Strategico. RICORDA SEMPRE che il marketing strategico richiede tempo, tanto quanto quello operativo ed è fondamentale per monitorare e reindirizzare la strategia al bisogno.

5. PROMETTERE MARI E MONTI

promettere mari e monti

L’errore più comune che un Marketer può commettere è quello di promettere che con il suo aiuto le vendite aumenteranno, i like cresceranno e via dicendo. Obiettivo del marketing è fare tutte queste cose, ma non sempre tutto fila liscio, se hai commesso almeno uno degli errori precedenti sicuramente qualcosa andrà storto. Poi il mercato è talmente mutevole che ciò che funzionava ieri oggi non serve più a nulla. Prova solo a pensare a cosa ha comportato per i marketers l’avvento del GDPR: il mail marketing ha subito una battuta d’arresto con una perdita inesorabile di leads; Oppure pensa all’algoritmo di Facebook e di Google che sono in continuo mutamento. Quindi armati di umiltà e proponiti solo per quello che sai fare. In fondo nella storia del marketing troverai centinaia e migliaia di campagne che hanno “floppato di brutto” e può capitare anche a te.

CONSIGLIO:

Fai del tuo meglio, con umiltà e professionalità e verrai ripagato.

un saluto

Laura

Rispondi