TeleMarketing aggressivo? No grazie

Non tutto il telemarketing è funzionale. Oggi vi voglio parlare delle svariate centinaia di chiamate che in un anno riceviamo sul nostro numero di cellulare e tra queste spuntano come funghi le chiamate dei call center. Vi siete mai chiesti quanto questa strategia possa essere funzionale?

In verità tale strategia è adottata principalmente dai grandi rivenditori di utenze, luce, gas, telefono e così via. I più piccoli non adottano questa strategia che ha percentuali di realizzo significative solo su larga scala.

E in base ai numeri, poco conta che la pubblicità ricevuta sia positiva o negativa, l’insistenza prima o poi porterà al risultato sperato.

Chiamate a tutte le ore?

Telemarketing che ossessione!

Nel Marketing la strategia della ricorrenza ha sempre portato buoni frutti, pensate alla frequenza con cui compaiono gli spot televisivi , oppure le inserzioni sui social, quindi si è cercato di esportare questo formato anche nel telemarketing. In breve tempo questo strumento è andato fuori controllo travalicando lo stalking a volte. Chiamate ad ogni ora, con spessevolte la truffa dietro l’angolo. Gli utenti esasperati che bloccano i numeri telefonici senza nemmeno conoscerne la provenienza, e dall’altra parte call center che utilizzano decine e decine di nuovi numeri pur di raggiungere l’utente.

Per non parlare della cattiva pubblicità che molto spesso comporta per l’azienda l’utilizzo di questi call center.

Ma mi viene da pensare che sia proprio un rischio calcolato. In fondo ormai ci siamo abituati tutti ai vari operatori, a volte cortesi, a volte dei veri e propri maleducati. 

Quando si supera il limite

Quando queste telefonate capitano saltuariamente, nemmeno ci urtano più di tanto, ma quando invece si viene bersagliati di chiamate quotidianamente e più volte nello stesso giorno, la cosa diventa seccante per noi e non producente per il call center.

Basta Offerte Commerciali!

Che fare allora? Come difendersi

Le richieste di rispettare la propria privacy diventano la solita cantilena vacua che non produce risultati. Neppure se si è sicuri di non aver mai rilasciato il consenso all’utilizzo del proprio numero di telefono per scopi commerciali, ci si può sfuggire. Prima o poi questi call center avranno il tuo numero e lo useranno.

Ma un modo esiste ed è gratuito!

Iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni.

Ebbene sì in risposta alle tante lamentele da parte degli utenti e a tutela e regolamentazione del Telemarketing nel 2010 è stato istituito il RPDO e successivamente aggiornato nel 2018. Se volete liberarvi delle insistenti chiamate commerciali, non dovete fare altro che iscrivervi seguendo la procedura indicata sul sito che vi ho linkato e potrete avere un po’ di respiro.

Leggi i miei articoli e resta sempre aggiornato, se sei interessato al mio lavoro e vuoi una consulenza, contattami non mancherò di risponderti.

Al prossimo Articolo

Laura.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

AttualitàMarketingPrivacy

Pixel di Facebook: a cosa serve?

Se ti stai chiedendo cosa sia il Pixel di Facebook e a cosa serve, vuol dire che vuoi approcciarti all’utilizzo delle Facebook Ads in modo consapevole e non solo per buttare via i tuoi soldi.

Ebbene è proprio così, per fere delle sponsorizzazioni proficue diventa quasi indispensabile l’utilizzo del Pixel di Facebook, altrimenti dovresti basarti unicamente sulle stime del tuo target ma senza alcuna certezza che questo venga in realtà raggiunto.

Che cos’è il pixel di Facebook?

 

Il Pixel di Facebook è una porzione di codice che dovrai inserire nel tuo sito web. Dal momento della sua installazione questo inizierà a raccogliere i dati del tuo sito. Misurerà le conversioni delle tue Facebook Ads consentendoti di ottimizzarle. La cosa più potente che ti consente di fare è quella di creare il tuo pubblico di destinazione (il tuo target obiettivo) che potrai utilizzare per le tue campagne di retargeting, puntando proprio a quegli utenti che hanno compiuto un’azione sul tuo sito.

Un pò quello che accade quando navigando su Amazon poi si è sommersi, su Facebook o su Google, di inserzioni per quei prodotti di cui si è fatta la ricerca. Tutto questo avviene tramite l’attivazione di Cookie con il compito di monitorare ciò che un utente fa su un web e anche nelle Facebook ads.

IOS14 problemi con i pixel di Facebook

 

Importante è sapere che da Marzo 2021 con l’aggiornamento di IOS14 in termini di privacy, verranno tempi duri per chi utilizza i Pixel di Facebook ed ha come target principale proprio gli utenti di casa Apple. Infatti a seguito di quest’aggiornamento i dati raccolti dai pixel per questi dispositivi saranno per così dire “sporchi”, cioè falsati perchè non potranno più essere tracciati correttamente. Approfondiremo l’argomento in un altro articolo.

 

Perché usare i pixel di Facebook?

Come già introdotto il pixel di Facebook fornisce informazioni utili per creare Facebook ads più efficaci, ed indirizzati a un pubblico personalizzato. Fare una campagna senza il Pixel vuol dire verificare l’andamento della campagna unicamente dai dati degli insights e non sapere che cosa non ha portato ad una conversione per esempio.

Analizziamo la situazione

Proviamo ad ipotizzare che una campagna con obiettivo indirizzare maggiori visite sul tuo sito Web abbia apparentemente prodotto numerose visualizzazioni e un incremento del traffico sul tuo sito. Ma da quella campagna tu non abbi nè ricevuto un’ordine nè una presa di contatto. Come valuti la campagna?

Con i dati degli insights sicuramente è andata bene ma nel concreto? come ROI che ritorno hai avuto del tuo investimento?

Inoltre guardando unicamente i dati della campagna non sappiamo cosa non ha portato ad una qualsiasi conversione, mentre se avessimo installato un pixel avremmo avuto maggiori informazioni. Avremmo potuto monitorare in itinere la campagna per poi poter apportare modifiche a quest’ultima o al sito stesso. Tutto questo rende possibile trarre maggior profitto dalle tue Facebook Ads investendo i tuoi soldi in modo consapevole e non alla cieca.

Perchè installare il Pixel di Facebook se non faccio sponsorizzazioni?

Il Pixel di facebook raccoglie i dati

La domanda è lecita e per chi non conosce il funzionamento del pixel è sensata, però chi lo sa tra sei mesi cosa vorrai fare o lanciare sul tuo sito, e se avrai installato il pixel di Facebook, questo nel frattempo avrà lavorato e raccolto tutti i dati che ti serviranno per creare la tua campagna di successo.

Nel prossimo articolo vi parlerò su come si installa il Pixel e come poterlo utilizzare al meglio.

Leggi i miei articoli e resta sempre aggiornato, se sei interessato al mio lavoro e vuoi una consulenza, contattami non mancherò di risponderti.

Al prossimo Articolo

Laura.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

AttualitàFacebookMarketingPixel

Landing Page o Squeeze page?

Landing Page e Squeeze Page

Si sente parlare continuamente di Landing Page e Squeeze Page, anche impropriamente spesse volte. Capiamo insieme quali sono le differenze e i migliori utilizzi che se possono fare di entrambe.

Squeeze Page e Landing Page ecco le differenze:

Sia la Landing Page che la Squeeze Page sono pagine di atterraggio, ed hanno entrambe l’obiettivo di convertire l’utente che atterra su di esse. La prima differenza essenziale sta nell’obiettivo di conversione. Per quanto concerne la Landing Page è quello di convertire un visitatore in un cliente, e quindi di vendere (un prodotto o un servizio); mentre la Squeeze Page punta a convertire il visitatore anonimo in un visitatore conosciuto, cercando di ottenere un indirizzo e-mail oppure i suoi dati anagrafici.

Entrambe le pagine si presentano in maniera completamente diversa, con contenuti mirati ai diversi obiettivi. Le call to action, mireranno ad azioni diverse. Al termine di quest’articolo ti sarà molto più semplice distinguere l’una dall’altra e le riconoscerai a colpo d’occhio

Ti sarà capitato sicuramente di sentir parlare di Sales Page, altro non è che un ulteriore modo per chiamare la Landing Page. Il chiamarla così ne definisce chiaramente l’obiettivo cioè la vendita.

Esempio di Landing Page 

Esempio di Landing Page

Esempio di Squeeze Page

Esempio di Squeeze page
Il confronto

Mettiamo le due immagini a confronto

Entrambe i due esempi mostrano un Form di presa di contatto e seppure nella prima la richiesta di dati sia molto più completa è evidente che si tratta di una Landing Page vista la pubblicizzazione prodotto/servizio in vendita.

La seconda immagine invece non pubblicizza alcun prodotto, mentre richiede dei dati all’utente per far sì che da nuovo utente o utente sconosciuto si iscriva al Blog e diventi un utente conosciuto.

In questi due casi i contenuti utilizzati sono delle semplici immagini, ma a seconda del tuo obiettivo o oggetto da promuovere potresti utilizzare anche strumenti video purché adeguati allo scopo.

Regola Aurea: I primi 5 secondi sono decisivi per far capire l'oggetto della tua pagina

ottimizza il tuo tempo
5 secondi posson bastare...

E’ stato studiato che se nei primi 5 secondi di navigazione l’utente non comprende, anche a grandi linee dove è atterrato, abbandonerà la pagina senza nemmeno proseguire nella lettura.

Se la tua pagina ha come obiettivo Vendere un E-book, un corso o quant’altro allora utilizza un titolo, un’intestazione. Se non lo fai devi avere dei contenuti estremamente chiari e specifici e soprattutto immediati.

Per una buona Landing Page devi sicuramente utilizzare le informazioni, in fondo stai vendendo e ogni buon venditore per convincere il proprio cliente inizia a spiegare i benefici del proprio prodotto.

Non Scrivere Troppo
book

Fatti un’elenco con le informazioni che vuoi dare e mano a mano che lo rileggi, inizia a scremare fino a quando riuscirai ad estrapolarne le cose essenziali e più importanti da elencare.

Le Call to Action

Ultima ma non per importanza è la nostra call to action, deve essere sempre in evidenza e negli esempi è rappresentata dai Pulsanti. La forza della nostra CTA è quella di mostrare, suggerire l’azione che l’utente dovrà fare.

Utilizzarla spesso anche nei testi della pagina aiuta la comprensione e favorisce la conversione dell’utente.

Se la tua pagina, per richiesta o per necessità è molto lunga non limitarti ad inserirla in un unico punto di essa, ma intramezzala più volte. Il tuo obiettivo deve essere sempre quello di convertire, sia che si tratti di una vendita sia per una presa di contatto.

action
conclusione

Va detto che a seconda delle tue esigenze di comunicazione o di vendita non esiste uno standard che vada bene sempre. Un modello ideale che garantisce sempre di ottenere il risultato sperato. Molti fattori possono incidere, la grafica, i contenuti, lo stesso oggetto di vendita.

Il consiglio è sempre di fare dei test prima di arrivare al risultato definitivo, saranno i dati a dirti se la struttura da te utilizzata è maggiormente performante rispetto ad un’altra.

Continua a seguire le mie pubblicazioni iscriviti alla newsletter oppure leggi tutti gli articoli qui.

Un Saluto al prossimo articolo

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

internetMarketingPillole di Marketing

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Pixel di Facebook a cosa serve

Lavorare con i social network ed in particolare, con il colosso Facebook è diventato ormai indispensabile, per tutte le attività di qualsiasi settore. Oggi più che mai il detto “se non sei su Facebook non ci sei” rispecchia la realtà. E spesse volte l’affermazione FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI risulta fin troppo presente.

Tutti chiusi ma sempre on-line

Con Lockdown vari e limitazioni, le persone ormai stanno attaccate costantemente, per forza o per dovere, agli strumenti informatici, e comunicano attraverso i social.

Allora qui iniziano i problemi, l’afflusso così massivo di utenti sul social in oggetto, con l’inizio della pandemia, ha iniziato a mostrare i primi scricchiolii. E allora sono iniziati una valanga di aggiornamenti, nuove versioni, nuove visualizzazioni, l’implementazione parziale di Facebook Business Suite, divenuta ormai completa in questi ultimi mesi. La modifica della gestione degli strumenti di pubblicazione, e chi più ne ha più ne metta…

Tante novità o solo pezze a problematiche?

Tutto questo ha comportato numerosi grattacapi per chi come me, ha subito queste modifiche da un giorno con l’altro e ci deve lavorare costantemente. Tanto che fatti inspiegabili accadevano, sponsorizzazioni che se il giorno prima erano perfettamente consone agli standard di Facebook il giorno dopo non lo erano più. Insomma un’accozzaglia di problemi che spaziavano dalle funzioni, alle policy, a tab di Whatsapp che su alcune pagine si potevano inserire mentre su altre, per chissà quale oscuro motivo non esistevano. E mi limito a questo per il momento.

Assistenza senza pensieri

server

Per non parlare del servizio di assistenza del colosso di Zuckerberg che da buon algoritmo informatico non da la possibilità di comunicare con un essere umano senziente, e che rimanda su pagine e pagine di possibili soluzioni che, con il buon fai da te, dovrebbe consentirti di risolvere il problema.

Per chi come me si trova a dover dare delle risposte ai clienti sulle motivazioni più disparate per problematiche insorte da un giorno con l’altro, espone davvero i limiti di questo social che è davvero contrariamente alla sua classificazione molto poco social tutto sommato.

Circolo virtuoso o vizioso?

Non oso pensare come il piccolo imprenditore possa raccapezzarsi in situazioni del genere per cui diventa sempre più indispensabile affidarsi a specialisti della comunicazione che affrontano quotidianamente queste problematiche e che compatibilmente ai limiti imposti da Facebook risolvono i più disparati problemi ogni giorno.

 

Se anche tu hai avuto dei problemi con Facebook condividi nei commenti la tua esperienza, e troviamo insieme le migliori soluzioni.

Ti è piaciuto questo articolo leggi anche gli altri qui e comunque a presto con il prossimo articolo.

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

AttualitàMarketingSocialTecnologia

Perchè comunicare per ripartire?

chisura

Dopo quasi tre mesi di lockdown, ripartire è veramente difficile. I tuoi clienti sono stati destabilizzati, anche tu e la tua azienda o attività avete subito questa situazione improvvisa e inaspettata. La produzione si è fermata per certi versi, o chi ha potuto ha riconvertito, nella speranza di poter facilitiare la ripresa post chiusura. In molti casi, tutto questo non è stato possibile e molte serrande sono rimaste chiuse.

Una Swot Analisi ( punti di forza (Strengths), debolezze (Weaknesses), opportunità (Opportunities) e minacce (Threats)), per aiutarci a capire se e come riaprire.

Partiamo dalla situazione vissuta con il lockdown e la chiusura per tre mesi cercando di rimanere abbastanza generici per capire i pro e contro che ogni azienda si è trovata ad affrontare e a dover valutare. Questa analisi contiene sia punti per le industria sia per il commercio che per certi versi coincidono.

La Matrice SWOT ci da molte risposte

Punti di Forza

– Comparto produttivo solido, o negozio con clientela stabile e consolidata, possibilità di convertire la produzione
– Sito Web vetrina o ecommece
– Presenza sui Social
– Possibilità di Smart Working per i dipendenti

Punti di Debolezza

– Dipendenza da stati esteri per forniture o canale di vendiata estero, oppure dipendenza dalla vendita diretta al consumatore per le piccole imprese
– Sito web non aggiornato, profilo social utilizzato poco e male
– Struttura non adatta allo smart working (se trattasi di attività produttiva)

– Snellimento del comparto produttivo con una riorganizzazione, e la possibilità di convertire alcune produzioni (vedi tessile, chimico, e Wellness etc)
– Struttura più flessibile del lavoro con turni, attenzione alla sicurezza
– Miglior cura dell’immagine aziendale
– Utilizzo consapevole degli strumenti di comunicazione per fidelizzare
– Rapporto diretto con i clienti attraverso l’uso dei canali Social (Best Customer Care)
– Potenziamento dei rapporti con i forinitori e clienti del mercato interno con nuovi accordi per il rilancio
– Inserimento in assortimento di prodotti da vendere al consumatore (es. mascherine, gel, guanti, visiere, distanziatori etc.)
– Corsi a distanza

Opportunità

– Difficoltà rioganizzative
– Ripartenza troppo onerosa
– Adeguamento alle normative che limita la produzione e la vendita
– Chiusura da parte dei mercati esteri
– Clienti che hanno trovato alternative al prodotto o servizio offerto
– Tassazione e costi per dipendenti molto elevati che saranno difficili da coprire per diversi mesi.
– indebitamento bancario
– Cassa integrazione e aiuti statali che tardano ad arrivare.

Minacce

Se potessimo analizzare caso per caso potremmo stare qui delle ore. Fatto sta che ogni azienda che si è trovata bloccata, ha dovuto fare delle scelte importanti e a seconda che vi fossero più o meno fattori positivi per la riapertura. E molte partivano di base con una struttura non adeguata ad affrontare situazioni del genere così improvvise e inaspettate.

I CASI

Il negoziante o la piccola impresa

negozi

Pensiamo al negozio che vendeva prodotti generici non alimentari, che non aveva nè un sito nè una presenza web. In questa situazione si è trovato completamente tagliato fuori e da un giorno con l’altro senza avere entrate per tre mensilità, mentre bollette e costi fissi di gestinone non si son fatti mancare. Mentre chi aveva, anche se piccola, una presenza on line, o un e-commerce ha mantenuto attraverso i social i contatti con i clienti, ha inviato gli ordini tramite corrieri e ha sfruttato al meglio la comunicazione per la propria azienda.

Il parrucchiere

centri estetici

Altro caso emblematico è senz’altro quello dei parrucchieri che vendono un servizio a stretto contatto con i clienti non un bene. Per loro la chiusura è stata totale e inevitabile. Questa emergenza sanitaria ha completamente congelato queste attività per più di 3 mesi e le norme per la riapertura difficilmente li faranno rialzare tanto presto. Si vedranno il fatturato dimezzato vista la riduzione della clientela dovuta alla limitazione di numero e dovranno sostenere maggiori spese per l’adeguamento degli strumenti di lavoro. Penso che per questo settore sarà più difficile che per altri almeno fino a fine emergenza.

Le palestre

palestre

Per le Palestre ho visto che in qualche modo sono riuscite a districarsi con gli strumenti di comunicazione e molti si sono cimentati ne far fruire i propri corsi on line con video in streaming. Ottima idea per mantenere fidelizzati i clienti che poi non vorranno essere rimborsati per abbonamenti non fruiti. Mentre per quelle poco avvezze a comunicare la ripresa risulterà più onerorsa rispetto le prime.

Conclusioni

Una considerazione sulla situazione attuale nella struttura commerciale e industriale italiana.

Il nostro paese presenta una fortissima concentrazione di micro e piccole medio imprese, con una certa avversione alla tecnologia. Ad esempio i negozi di vicinato soffrono della concorrenza dei grossi poli commerciali e in questi decenni dove è stato evidente il boom tecnologico non si sono voluti adeguare o anche non hanno potuto farlo.

Ma posso dire lo stesso anche per le imprese industriali che non hanno investito sulla propria immagine web, in tempi di lockdown molte sono scomparse, in senso lato. Visto che l’utente costretto ad utilizzare internet come finestra sul mondo esterno, non li ha proprio visti, puff…scomparsi, mai esistiti, anche se trattasi di realtà pluridecennali…

Di conseguenza si è accentuato il divario tra imprese e i Giganti della vendita o produttivi, ma si è anche accresciuta la distanza con i propri clienti.

Sottovalutare il fattore comunicazione, li ha messi ancor più in ginocchio.

Ora se si vuole ripartire altro non resta che investire sulla comunicazione e sulla creazione di una struttura comunicativa efficacie e costante.

“Del futuro non vi è certezza” come ben sappiamo, ma dobbiamo sempre pensare al modo migliore per raggiungere sempre i nostri clienti e fidelizzarli se vogliamo vedere un futuro per le nostre attività.

Ti è piaciuto questo articolo? Continua con la lettura qui e comunque Grazie e a presto con il prossimo articolo

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

AttualitàCommunicationMarketingPillole di Marketing

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

GDPR E COMUNICAZIONI

Il caso Google Plus

Ecco come una nuova normativa può far cambiare direzione ad un colosso come Google. Qualche tempo fa feci un articolo che parlava del potenziale di G+ prospettando un’affluenza di utenti a questo strumento social di Google dovuta principalmente alle modifiche dell’algoritmo di Facebook. Un Facebook che diventava invalidante per chi viveva di pubblicazioni con diffusione organica. Ipotesi basata sulla situazione di quel periodo dove Facebook aveva appena acquisito Instagram e si apprestava ad acquisire Whatsapp e per il mercato italiano soprattutto non vi era molto sviluppo per Twitter e Snapchat dove quest’ultimo era ancora in fase embrionale.

Ma cosa è successo?

Beh che dire l’improvvisa decisione di G+ di chiudere i battenti mi ha fatto riflettere. Decisione alquanto improvvisa che pare sia dovuta alla scoperta di un bug nelle API di Google+, corretto poi a marzo 2018, che ha però esposto i dati del profilo di 500.000 utenti.

Conseguenze del GDPR

Viste le recenti normative sulla Privacy non ci voleva proprio per casa Google. Da qui la scelta di non proseguire con questo strumento che faticava a decollare, mantenendo unicamente la versione business mutata in Google My Business, che pare non sia stata colpita da questo bug e quindi risulti tutt’ora la più sicura.

Ma perchè solo il colossi si adeguano?

Alla luce dell’accaduto mi chiedo quanti nostri dati siano stati gettati al vento in questi anni e non mi stupisco più delle continue chiamate di telemarketing invadenti e pressanti che mi costringono ad avere una lista infinita di numeri bloccati sul cellulare. E mi chedo come mai non ci siano state conseguenze per questi callcenter che utilizzano i nostri dati senza alcun consenso da parte nostra e che insistono ripetutamente al limite dello stalking.

Due Pesi e Due Misure

 

Ma il GDPR funziona davvero o i furbetti ne rimangono invisibili e quindi continueranno ad  infischiarsene vessandoci impunemente? Una riforma che opera a tutelare gli utenti o battere cassa dai colossi?

Per ora si sente parlare solo di multe milionarie e conseguenti ricorsi su ricorsi per i colossi internazionali. E sono sempre più testimone di come lo spauracchio della nuova normativa Privacy spaventi unicamente quelle aziende che vogliono lavorare correttamente e non vogliono incorrere in sanzioni per minimi errori burocratici, per qualche firma mancata, magari dovuta alla ancora incerta applicazione della normativa.

Prestiamo tutti attenzione a chi ci contatta e a come ha ottenuto i nostri dati, perchè se non avete rilasciato alcun consenso all’utilizzo dei vostri dati allora chi vi contatta non sta facendo le cose correttamente, e chi me lo dice che poi sarà corretto anche con voi? Le truffe viaggiano con questi mezzucci…

OCCHIO!!!!

Leggi i miei articoli qui, oppure seguimi su Facebook per restare sempre aggiornato

A Presto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Google PlusMarketingPrivacy

Marketing Biologico!

Non è una nuova disciplina del Marketing, anche se esiste per chi tratta prodotti Bio, ma in questo caso è certamente una provocazione per farvi riflettere sul valore delle strategie di marketing che vi vengono proposte.

Con Biologico la prima cosa che mi viene in mente è sicuramente il fattore prezzo, decisamente elevato. Per questo motivo ti direi di iniziare a valutare attentamente questo punto, che incide direttamente sul tuo Budget. Non sempre elevato vuol dire di qualità.

Perchè dovrei scegliere un Marketing Biologico?

Considerato il prezzo, è fondamentale capire che la tua strategia di marketing deve essere di qualità e ben targhettizzata ed è questo che differenzia un discreto Marketing da uno “Biologico”. Nel lungo periodo un Marketing Biologico è senzaltro quello che ti darà i migliori risultati a fronte del suo costo che verrà sicuramente ripagato. Come capirlo?

Guru del Marketing

Tanti si Spacciano per grandi Marketing Guro

Bravi questi individui perchè sono molto abili nell’attirare gli utenti, e tanto di cappello per certi versi, ma le finte promesse di grandezza con insperati guadagni al fronte di una spesa esorbitante si riveleranno vane e lo vedrete già nel breve periodo. Alla fine della candela cosa si ottiene? State attenti e guardate sempre con occhio critico questi individui che si vendono molto bene, ma poi con il tuo prodotto Azienda non sono molto specifici nel guidarti. In fondo il Marketer deve guidarti, consigliarti, mostrarti i pro e i contro. Un buon Marketer non fa promesse idilliache campate per aria, ma invece partendo dai dati attuali ti crea la sua visione di crescita e cura la tua strategia per il raggiungimento dei tuoi obiettivi aziendali.

Documentati e la tua strategia decollerà

Non sottovalutare il potere dell’informazione, sii sempre curioso di conoscere le varie strategie di marketing e soprattutto come queste potrebbero esserti utili per il tuo Brand. Tutte le informazioni sono accessibili, dedica del tempo per comprendere anche Case History di altre aziende. L’esperienza di altri potrebbe rivelarsi preziosa ed evitarti diversi inconvenienti e passi falsi.

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario.

Primo Levi

Il Marketing non è Vendita!

Allora cosa serve, direte voi. Il marketing lavora sul lungo periodo e i risultati si iniziano a vedere dopo mesi di azioni che al momento potrebbero sembrare non produttive. La vendita invece si basa su attività del breve periodo, una promozione, uno sconto, sono azioni mirate ad ottenere la vendita. Mi rendo conto che per piccole attività la seconda è fondamentale però vi faccio un semplice esempio:

Vendiamo un prodotto scontato e non adottiamo alcuna strategia di marketing, allora quella vendita è fine a se stessa e non produrrà alcun altro effetto se non quello dell’incasso in un arco temporale breve e limitato.

Se invece adottiamo anche una combinazione di strategie di Marketing, Customer Care, Remarketing una volta raccolti contatti mail, allora potremmo produrre un’Esperienza d’acquisto anche per un periodo successivo, magari con prodotti collegati.

Quindi l’una va di paripasso con l’altra ma non pretendete mai il risultato immediato dal Marketing, quello spetta al commerciale, puntate sul lungo periodo che vi garantisce il futuro.

A presto

Laura

Seguimi su Facebook e se vuoi saperne di più contattami commentando questo post o tramite la sezione contatti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Marketing

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Bella domanda e non è una buona risposta il classico “Perchè lo fanno tutti”.
Un uso dei canali social deve essere fatto in modo consapevole e mai improvvisato.
Non basta essere su un social, non basta pubblicare una volta ogni tanto. Occorre una vera strategia che punti ad un obiettivo, che può essere la ricerca di nuovi clienti, la pubblicizzazione di un brand, la fidelizzazione dei clienti, il servizio di customer care, il miglioramento dell’immagine aziendale.

1.Come rendere remunerativo l'utilizzo dei social?

come monetizzare l'uso dei social

Hai fissato il tuo obiettivo, ed è quello di trasformare i follower in clienti, ma non vedi risultati a parte qualche mi piace. Non è un’impresa semplice convertirli e di certo se non fai pubblicazioni che rimandano al tuo sito, in caso avessi un e-commerce, i risultati tarderebbero ad arrivare. Non hai un sito E-commerce, come puoi fare? Suggerisco sempre di puntare al tuo sito,o una Landing Page, e tener monitorato l’afflusso dai Social. Il vero punto di conversione sarà proprio quello. Inoltre anche la sezione messaggi di Facebook può essere un punto di arrivo per convertire in clienti gli utenti Social.

2.Cura sempre i contatti

Cura i contatti

La fase principale ovviamente è la costanza nelle pubblicazioni, e fase molto delicata e importante è senza dubbio anche la risposta ai contatti ricevuti. Una risposta non adeguata e non tempestiva ti può far perdere un potenziale cliente. Si chiaro ed onesto, l’utente che si rivolge alla tua pagina per informazione cerca certezze non bidonate, sicuramente prima di giungere da te avrà vagliato molte informazioni. L’utente medio di internet oggi è un utente informato che naviga tra siti, social e forum, il tergiversare lo farà correre verso una fonte più sicura.

3.Costanza Costanza e ancora Costanza

Cura i contatti

Non mi stancherò mai di ripeterlo, l’essere sui social non può essere fatto saltuariamente, a tempo perso. Il tempo dedicato alla comunicazione Social non è mai perso, ed è molto delicato il come viene fatto. I canali Social sono il punto d’incontro con i propri clienti potenziali che ricercano nel Social informazioni, prodotti, e la stessa affidabilità dell’azienda.

4.Follower = Cliente?

follower-clienti

Non è sempre detto che chi ti segue automaticamente divenga un tuo cliente, ma ricorda che potrai trarre molti vantaggi dalla tua pagina Social non immediatamente quantificabili economicamente. Quali? Innanzi tutto potrai avere un’immagine sulle necessità degli utenti in tempo reale basandoti su richieste, commenti e gli stessi like. E questo potrà far si che tu raggiunga l’interesse del cliente potenziale. Se vuoi Follower-Clienti allora devi convertirli e per convertirli non ti basta la gestione della pagina devi utilizzare in modo intelligente le sponsorizzazioni, con una targhettizzazione adeguata per il tuo prodotto. Allora il social diviene funzionale e genererà contatti caldi ancor più se indirizzati ad una Landing Page o al tuo sito.

5. Come verificare i risultati?

statistiche social

Sembra banale ma la prima indicazione dei risultati te la danno sì gli introiti dalle vendite, ma vista la complessità dell’utilità del canale social, bisogna analizzare le statistiche. Ormai ogni piattaforma social offre le funzioni statistiche e combinate con le statistiche dal tuo sito puoi avere un’immagine del flusso degli utenti e dei riscontri effettivi che stai ottenendo. Non guardarli con superficialità, ma abbi sempre un occhio critico per capire il come mai del risultato e cerca di trovare sempre il modo per migliorarlo.

Ti serve una figura professionale che fa tutto questo? Consulta i miei servizi oppure contattami per maggiori informazioni. Oppure resta sempre aggiornato seguendomi su Facebook.

A presto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

CommunicationMarketingPillole di MarketingSocial