Social o non Social? Questo è il problema…

Social Network Social Sì o social No?

Io vi direi di SI’ con riserva… E’ utile essere social solo se lo fai con cognizione di causa. Intendo semplicemente dire, che non bisogna farlo con leggerezza, visto che c’è in ballo l’immagine aziendale.

Detto questo quali e quanti social è meglio sceglierere?

Non ho una risposta definitiva da darvi purtroppo…Un Social Network che va bene per un’azienda, magari è meno indicato per un’altra e così via dicendo. Il problema è proprio decidere cosa fà al caso nostro.

Provate un pò?!Icone social

Se semplicemente cerchiamo su Google o su un qualsiasi altro motore di ricerca la parola “social network” ci troviamo di fronte a una moltitudine di proposte social, molte delle quali nemmeno pensavamo esistessero.

 

 Allora come scegliere?Scelta social

Buttarsi a capofitto, e aprire i più innumerevoli profili aziendali, vi dico subito che non ha molto senso. L’essere ovunque non da necessariamente grande rilevanza all’immagine aziendale. Anche perchè dovete considerare, che poi tutti questi profili vanno seguiti e alimentati continuamente.

Non fare l’errore del Prezzemolo

Himè  è proprio così, l’errore del prezzemolo, cioè l’essere ovunque senza creare una propria identità chiara e precisa.

Le soluzioni?

La prima cosa da fare è quella di mettere al centro la propria azienda o attività, analizzare le caratteristiche e decidere come poterle fare emergere al meglio attraverso i canali social.

  1. Se con la vostra attività volete dare brevi report giornalieri testuali, sceglierete Twitter.
  2. Se vendete sul web e volete creare un diario giornaliero dei vostri prodotti, opterete maggiormente per Facebook, Instagram
  3. Se i vostri interlocutori sono i ragazzi, allora dovete essere presenti sui social da loro utilizzati come Snapchat.
  4. E se infine volete un profilo professionale dove interfacciarvi solo tra professionisti vi è Linkedin.

Io ve ne ho citati solo alcuni, ma veramente ce ne sono una quantità impressionate.

Rete di social Network

Guardateli, studiateli e cercate sempre di capire se la vostra immagine aziendale ne risulterebbe migliorata.

Fate attenzione nella scelta, e una volta fatta, vi consiglio di curarli sempre al meglio, non siate pressapochisti ne va della vostra immagine. Non riuscite a farlo costantemente e di persona, allora affidatevi a persone che possano farlo costantemente e precisamente al posto vostro. Un volta ogni tanto non basta più.

I TEMPI CORRONO e la tendenza è sempre quella degli ultimi 10 anni. Considerate che le persone passano in media 4-5 ore giornaliere su internet e sui social.

Cosa ne deduco?

SE NON SEI SOCIAL NON CI SEI!

Quindi Siate Social e siatelo al meglio!

Tra i miei servizi includo anche la cura e il servizio di editor per profili social aziendali, contattatemi per maggiori informazioni o per ricevere un preventivo gratuito.

un saluto a presto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Pillole di MarketingTecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

creare un logo

Regola 1: Sempre più basic

 

Un Logo di tendenza deve essere l’espressione grafica identificativa dell’azienda, e deve essere d’impatto e immediata. Direte, beh non lo è sempre stato? In verità non sempre, ad oggi ci troviamo di fronte ad un’evoluzione che cambia sostanzialmente la funzione del logo. Mentre prima, nei loghi, vi erano tutti quegli orpelli grafici che distinguevano un marchio, ora si sta giungendo sempre più ad una stilizzazione del marchio, la leggibilità diviene fondamentale. Si tende a privilegiare la chiarezza, alla grafica.

 

Le ragioni

 

Come vi sarà già capitato di notare, è in atto questa corsa alla semplicità, anche i siti web stanno ritornando sempre più basici. Se voi notate lo stesso Google  nella sua pagina iniziale di ricerca, mostra solo pochi elementi e lo stesso logo rispecchia questo cambiamento. Per gli utenti sono cambiamenti impercettibili, che pochi noteranno, ma per tutti noi che lavoriamo con internet e ci teniamo aggiornati sulle tendenze, il cambiamento è molto evidente. Il motivo principale di questo cambiamento segue principalmente le modalità di utilizzo dei siti da parte degli utenti.

 

Sempre più Mobile

 

Ormai la stragrande maggioranza degli utenti visita i siti web dal proprio smartphone e quindi diviene indispensabile ridurre i tempi di caricamento delle pagine. Per fare questo, oltre che alla creazione di siti mobile friendly occorre ridurre il peso degli effetti grafici e stilistici. Se per esempio guardate Amazon dal vostro cellulare potrete vedere che di grafico è rimasto ben poco. La tendenza del “Less is More” ha origini profonde e ora diviene sempre più cardine delle politiche di marketing. Il logo aziendale perde di grafica, ma deve comunque mantenere quella comunicabilità immediata e riconducibile all’azienda.

 

Come cambiano allora i Loghi?

 

Vi propongo un paio di esempi che mostrano il cambiamento, dai meno evidenti a quelli più chiari e verificabili.

logo googleIl primo è quello di Google, come potete vedere i colori sono stati mantenuti mentre il tipo di carattere è diventato più semplice e più leggibile. Il che è ulteriormente visibile nella riduzione a singola lettera iniziale della favicon di Google, che mostra la “G” con grafica nuova divisa nei 4 colori.

Logo Pinterest

Un secondo esempio è quello di Pinterest dove risulta ancor più evidente questo adeguamento alla semplicità. Il colore rosso è rimasto, ma i caratteri non presentano più quel corsivo del vecchio logo. Altro discorso invece è quello che riguarda la favicon che mantiene la “P” in formattazione originale e in corsivo.

 

Potrei farvene tanti altri di esempi, ma mi limito a questi due che sono i più chiarificatori del processo in atto.

 

Conclusioni

La tendenza delle politiche di marketing mira a raggiungere la chiarezza, la semplicità anche nella grafica dei loghi aziendali. Vi è un progressivo mutamento che segue principalmente l’utilizzo che gli utenti fanno di internet e il tempo di permanenza sul web. La velocità, l’immediatezza divengono fondamentali come punto di identificazione aziendale anche per quello che riguarda il logo.

 

Cosa ne pensate di questo cambiamento in atto? Che impatto avrà sulle aziende il non adeguarsi? E per chi ha adottato Loghi con immagini o simboli cosa accadrà?

 

Commentate quest’articolo e ne parleremo insieme.

un saluto

Laura

Se siete interessati ai miei servizi di marketing contattatemi, il preventivo è gratuito.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

graficaTecnologia

Fare SEO è indispensabile?

La SEO o il SEO?

Se non sapete di cosa stiamo parlando inizierò ad esporvi la sostanziale differenza.

Con il termine SEO (Search Engine Optimization) intendiamo l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Detto questo non vi ho chiarito molto in effetti. Per comprendere cos’è la SEO proverò a definirvela meglio:

Per SEO si intende l’insieme di tutte quelle operazioni che si compiono per far salire nella SERP dei motori di ricerca il proprio sito. E solitamente viene detta “La SEO”

“Il SEO”  invece è colui che compie queste azioni. Tra le azioni che compie il SEO troviamo il curare i contenuti di un sito web, secondo i parametri che piacciono ai motori di ricerca. Anche i testi devono avere una certa struttura per essere considerati “buoni” per i motori di ricerca, che altrimenti verrebbero penalizzati. Altra azione che compie il SEO è quella di ottimizzare i contenuti di un sito, agendo sulle keywords, sulle metadescriptions e le varie componenti all’interno del sito.

Se hai creato un sito con WordPress avrai sicuramente sentito parlare di Yoast SEO, plugin molto diffuso tra gli operatori, ma non cercate di impazzire per ottenere tutti i pallini verdi del famoso semaforo. Utilizzatelo come guida, come traccia per ottimizzare il vostro sito nei migliore dei modi. Provate a pensare alla descrizione di un vostro prodotto, in un sito di e-commerce, vi sarà evidente che non sempre sarà possibile ottenere una leggibilità massima. Oppure se avete una pagina che rimanda ad un modulo, sapete benissimo che il punteggio massimo di leggibilità non potrà essere altissimo per quantità di parole, visto che solitamente il plugin non conteggia quelle contenute nel modulo.  Queste sono solo alcune cose per farvi capire che non esiste una verità assoluta per fare SEO.

 

Perchè la SEO è così indispensabile?Seo

Eccoci arrivati al succo dell’articolo. Con la continua evoluzione degli algoritmi dei motori di ricerca, e soprattutto quello di Google, diviene fondamentale “piacere” a questi motori di ricerca. Cito Google perchè è il leader indiscusso tra i motori di ricerca e quindi bisogna monitorare i suoi cambiamenti.

VI RICORDO CHE SE NON SIETE SU GOOGLE NON ESISTETE!

La SEO serve proprio per far salire nella SERP del motore di ricerca il proprio sito. E con il passare del tempo, si stanno evolvendo gli algoritmi con cui i motori di ricerca posizionano un sito nelle SERP. Quindi se, ad esempio, 15 anni fa bastava pubblicare un sito e questo in tempi abbastanza rapidi compariva nei risultati di ricerca, ora non è più così. Sappiate che i motori di ricerca si stanno muovendo sempre più verso un’indicizzazione  basata sui contenuti rispetto alle semplici keywords, che diverranno sempre più complete e precise, il tutto per poter mostrare contenuti sempre più pertinenti, agli utenti del web.

Ora riuscite a capire che importanza riveste la SEO per la vostra attività sul web?

Se volete maggiori informazioni sul servizio di SEO che propongo per le aziende

CONTATTATEMI

oppure seguitemi

sulla mia pagina FACEBOOK per restare aggiornati sulle mie pubbicazioni.

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

SEO

Evoluzione del Marketing mix le 4C

4C Marketing Mix

Nei precedenti articoli abbiamo analizzato le leve di Marketing partendo dalla visione dell’impresa teorizzate da Jerome McCarthy, ma se cambiamo punto di vista e ci spostiamo dalla parte del consumatore che cosa accade?

Trasformazione da 4P in 4C

Robert F. Lauterborn ha teorizzato una classificazione diversa trasformando le 4P in 4C.

  • PRODUCT à diviene CONSUMER
  • PRICE à  diviene COST
  • PLACE à diviene CONVINIENCE
  • PROMOTION à diviene COMMUNICATION

Il modello delle 4C prevede quindi l’azione delle sopra citate  variabili:

Questa classificazione “clienti centrica” mette il consumatore al centro di tutto, analizziamo brevemente i vari punti.

1. Consumer

Si passa quindi da strategie push, dove un prodotto viene immesso sul mercato indipendentemente dalle richieste dei consumatori, ad una maggior comprensione delle esigenze del consumatore finale dove il prodotto è al servizio di quest’ultimo.

Questo diviene possibile solo attraverso l’analisi del target obiettivo. L’immedesimarsi nel potenziale acquirente aiuta a determinare di quali servizi accessori questi avrebbe bisogno all’acquisto del prodotto. E anche  di quali servizi la concorrenza non fornisce, così da ottenere un chiaro vantaggio competitivo. Si genera così una spinta sull’innovazione e “la riattivazione” del ciclo di vita del prodotto stesso.

Agendo su questa leva è possibile ottenere una diversificazione efficace su un prodotto maturo. Mentre invece nella fase di lancio dei nuovi prodotti diviene fondamentale per acquisire un plus rispetto a i competitors.

2. Cost

Per costo si intende il prezzo che il consumatore è disposto a pagare. Una volta individuato il bisogno da soddisfare è necessario conoscere il prezzo con il quale il cliente rimane soddisfatto anche dal punto di vista finanziario. Ogni persona assegna consciamente o inconsciamente un determinato valore a qualsiasi prodotto e a seconda del proprio budget sarà disposta a spendere un proprio massimo. Superato quel limite il prodotto perde attrattiva o allunga i tempi con cui sarà accessibile per quel consumatore.

3.Convenience

È semplicemente la comodità con cui il consumatore accede ad un prodotto.

Diviene quindi molto importante scegliere le modalità distributive più convenienti per il consumatore piuttosto che per l’azienda. Si passa  quindi alle esigenze della struttura aziendale  a quelle reali del consumatore. Questo punto è molto complesso per l’azienda, si pensi a quelle aziende che vendono on-line e per praticità, costi ridotti, si affidano a corrieri esterni.

Direte beh qual è il problema?

Provate a pensare a quante volte capita che i corrieri rompono i pacchi durante il tragitto dall’azienda al consumatore. L’azienda è comunque coperta da una polizza assicurativa per danni da trasporto. Ma il disagio per il consumatore non viene mai risarcito. Il prodotto verrà sostituito certo, ma tutta la procedura burocratica provoca insoddisfazione e frustrazione, per il dover effettuare le pratiche di reso. Per non parlare della perdita di tempo e cosa non di poca importanza l’insoddisfazione delle aspettative del consumatore finale.

Come risolvere?

Semplice optare sempre per il corriere più affidabile, puntuale e preciso, costerà un po’ di più ma avrete un cliente soddisfatto e che in futuro non ci penserà due volte sull’acquistare ancora da voi.

4. Communication

Una comunicazione orientata al consumatore non vuol dire, la classica pubblicità o merchandising come visto nelle 4 p incentrate sul prodotto. Qui vi è una concezione molto più ampia volta alla costruzione del marchio, di un nome e di un legame duraturo con il cliente. Provate a pensare alla pubblicità effettuata dalla Barilla, dove vi è sempre stata una focalizzazione sulle atmosfere emozionali volte a far sì che il consumatore si immedesimasse con il marchio, un esempio è lo slogan: Dove c’è Barilla c’è casa.

Che porta il consumatore a far parte emozionalmente del mondo-marchio Barilla.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi contatti e continua a leggere le mie pubblicazioni.

Se sei interessato al mio lavoro contattami o scopri tutti i miei servizi 

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

4CCommunicationconsumerconvinencecostPillole di Marketing

4P+3 Physical Evidence

7.Physical Evidence (La Percezione)

L’ultima P del Marketing Mix da considerare è la PERCEZIONE, che altro non è che la valutazione del bene o servizio da parte del consumatore finale. Diviene molto importante come fattore in quanto con questa valutazione il consumatore è in grado di influenzare possibili altri clienti e quindi per l’azienda è fondamentale che sia positiva.

Provate a pensare di dover fare un acquisto su Amazon, EBay, Google Play. La prima cosa che vi viene naturale fare, una volta individuato il prodotto o servizio, è di guardare le recensioni su quell’articolo. Se doveste trovarne di negative probabilmente non acquistereste quel prodotto preferendone un altro con valutazioni più positive.

Questo è l’effetto della percezione. Quindi come può un’azienda agire su questa leva?

Una leva da non sottovalutare

Se all’atto della vendita tutto segue il suo corso, il cliente è soddisfatto, e si ottiene una recensione positiva, vuol dire che l’azienda sta lavorando bene e i consumatori risponderanno di conseguenza  innescando così circolo virtuoso.

Ma nel caso di recensioni negative? Che fare? I consumatori così facendo possono influenzare di molto le vendite sui prodotti e sono incontrollabili.

  • Prima cosa è cercare di risolvere eventuali controversie con il consumatore se ci sono in ballo resi, rimborsi etc.
  • Seconda cosa rispondere in modo molto accomodante e positivo alla recensione, cosicché gli altri consumatori interessati a quel prodotto, ma che possono essere stati influenzati dalla recensione negativa, vedano che l’azienda è disponibile e proattiva per la risoluzione di eventuali problemi.

In questo modo si può comunque far uscire un’immagine positiva aziendale nonostante una recensione negativa.

Non è tutto oro quello che riluce

Vorrei però farvi presente che alcune aziende agiscono direttamente su questa leva, con l’inserimento di recensioni fittizie da clienti fittizi, per dare credibilità ai propri prodotti, rendendo sempre più difficile per il consumatore l’effettuare una scelta basata su informazioni reali. Personalmente non approvo questa pratica che trovo scorretta, in quanto falsa il mercato e crea solo un beneficio temporaneo alle vendite. Considerate che se il prodotto non corrisponde alle recensioni, creerà futuri consumatori insoddisfatti generando recensioni reali negative, su cui l’azienda non ha alcun controllo.

Se tutto fila liscio

Altro modo invece “sano” per poter ottenere valutazioni positive sull’azienda e sui propri prodotti, è quella che avviene solitamente quando una vendita è andata a buon fine. Quante volte vi è capitato di ricevere da Amazon la classica mail: Valuta il tuo acquisto. Solitamente dopo un paio di settimane dal ricevimento del prodotto. Questo è un modo positivo per agire sulla leva della percezione, stimolandola e prestando attenzione alle necessità del consumatore.

 

La tua azienda presta attenzione al consumatore e alla percezione che ha dei tuoi prodotti?

Pensi che sia il momento di farlo?

Analizziamo insieme i vari fattori per centrare questo obiettivo.

Hai un’attività e vuoi migliorare la tua presenza on-line?

Con HCM potrai avere un servizio di consulenza mirato e accurato per migliorare la percezione dei consumatori sulla tua azienda e consigliarti sulle politiche migliori da adottare per focalizzarti sull’attenzione al consumatore. HCM con una vasta gamma di servizi di Web Marketing e Web Design ti aiuta ad implementare il tuo business.

Continua a segurmi

leggi i miei ARTICOLI oppure CONTATTAMI PER MAGGIORI INFOMAZIONI  

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Pillole di MarketingPysical Evidence

4P+3 Process

6.Process (Processo)

 

La sesta leva di cui parleremo in questo post è il processo, cioè tutto quell’insieme di passaggi che rendono efficace l’interfaccia tra azienda e consumatore. Detto in parole povere sono tutti quei passaggi che partono all’interno dell’azienda, dalla produzione fino a raggiungere il consumatore finale.

P di processo

Molti ignorano quanti passaggi un prodotto debba fare per arrivare a noi, ma sono veramente tanti. Porre una maggior attenzione nelle fasi produttive fa sì che si migliori la qualità del prodotto. Inoltre una gestione efficace delle attività logistiche rende più efficiente l’intero processo, in quanto il prodotto arriverà nei tempi e nei modi ottimali al consumatore finale.

 

Un famoso esempio

Proviamo a pensare al lancio di un nuovo iPhone, che solitamente in Italia e in altre nazioni, avviene ad una data prestabilita, conseguente a tutta una serie di attività promozionali del lancio per enfatizzare quella data.

Il processo produttivo deve andare perfettamente a braccetto con la distribuzione per la buona riuscita della messa in commercio del prodotto. Se ci fosse una falla nella logistica aziendale, con conseguenti ritardi di spedizione, o mal gestione di furti, danni, e quant’altro, ne comprometterebbe la credibilità e efficacia del lancio stesso.

Creando una sorta di insoddisfazione del cliente che per l’acquisto è disposto a fare lunghe file fuori dai punti vendita nella giornata prestabilita.

 

Cosa ne deduciamo?

Da questo esempio ne traiamo l’importanza di un buon funzionamento di tutte le fasi del processo. Se un prodotto è perfetto per rispondere alle esigenze di mercato, ma non vi arriva o è carente nelle fasi del customer care, perderà inevitabilmente di valore.

 

Se anche tu vuoi migliore le fasi di processo nella tua azienda contattami!

Ti propongo un sevizio di consulenza per aiutarti a centrare questo obiettivo.

 

Clicca su CONTATTI  senza alcun impegno, risponderò il più presto possibile.

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Pillole di Marketingprocess

4P+3 People

Analizzeremo ora la quinta leva del marketing mix che sposta l’attenzione non più sul prodotto ma sulle persone:

P di People

con ciò focalizziamo la nostra attenzione sull’analisi del target di riferimento o un target strettamente correlato. Bisogna valutare, se il segmento selezionato sia abbastanza ampio e profittevole per immettere il nostro prodotto su quel mercato.

È molto importante affidarsi a persone competenti in questa fase. E’ il momento in qui bisonga essere in grado di indirizzare al meglio le risorse da investire nella comunicazione a 360 gradi verso i potenziali clienti.

L’importanza di People

Da qui vediamo che l’accezione people non si limita semplicemente al consumatore finale, ma si estende anche all’organico di persone, professionisti, tecnici di marketing, web designer, etc che lavorano in sincrono per raggiungere al meglio il target.

Con la loro collaborazione tutte le informazioni raccolte sul target, vengono finalizzate all’azione efficace sulle altre leve del marketing mix. Si migliora così facendo la strategia aziendale, sia in termini di prodotto, prezzo, distribuzione e promozione.

Investire sul proprio personale

Qualunque azienda intenda focalizzarsi sull’utilizzo di questa leva presterà una maggior attenzione al personale. In particolare su coloro che dovranno essere strettamente a contatto con i consumatori.  L’azienda dovrà investire sulla formazione di personale attento e competente sul prodotto e sulle tecniche del “customer care” . Tali investimenti garantiranno un netto vantaggio competitivo rispetto ad altre aziende, perché un’attenzione alla persona ti può aprire le porte di mercati non conosciuti e non sfruttati.

Non sei più tu azienda a imporre un prodotto sul mercato, magari creando un bisogno al consumatore, ma è la persona che dialoga con te e ti mostra ciò che realmente desidera in modo che tu riesca a soddisfare un suo bisogno reale.

VUOI SAPERNE DI PIU’ SULL’ATTENZIONE ALLA PERSONA?

Ti propongo un sevizio di consulenza per aiutarti a centrare questo obiettivo.

CONTATTAMI PER ULTERIORI INFOMAZIONI

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

peoplePillole di Marketing

Le 4P La Promozione (Promotion)

La promozione

Siamo giunti a parlare della quarta leva del Marketing Mix:

la promozione è l’insieme di tutte le azioni atte a far conoscere l’azienda o il proprio prodotto.

È un argomento veramente molto ampio, Le tecniche di promozione sfruttano veramente innumerevoli canali, che solo dieci anni fa erano impensati. La stessa espansione dell’utilizzo di internet e dei social network ha aperto nuove prospettive promozionali. E chissà cos’altro ancora ci porterà l’evoluzione tecnologica.

Le componenti

Per semplicità proverò a citarvi le principali componenti della promozione:

  • PUBBLICITA’: (Spot televisivi, su riviste, cartelloni, web ads, Facebook ads, Google ads, etc)
  • PUBLICITY :(Propaganda, articoli promozionali, post, video etc.)
  • PACKAGING: (etichette, confezioni, scatole, imballaggi, espositori, etc)
  • PUBLIC RELATIONS: (Conferenze, stampa, convegni, eventi, seminari etc.)
  • SPONSORIZZAZIONI: (testimonial)
  • PASSA PAROLA: (video virali su intenet)
  • PRODUCT PALCEMENT: (inserimento di prodotti commerciali in Film, programmi televisivi, video virali sul web)
  • MERCHANIDISING: (tutte le attività di promozione attuate nel punto vendita)

Non mi dilungo su ognuna, perché vista la vastità degli argomenti le tratterò singolarmente in future pubblicazioni.

Fondamentale

Per decidere quale delle sopra citate componenti utilizzare, è bene porsi delle domande fondamentali:

  1. Come posso inviare messaggi di marketing per i potenziali acquirenti?

  2. Qual’ è il momento migliore per promuovere il mio prodotto?

  3. Come voglio raggiungere il pubblico e gli acquirenti potenziale? attraverso spot televisivi, giornali o quant’altro?

  4. E ‘meglio usare determinati social media nella promozione del prodotto? E Quali?

  5. Cosa fanno i miei concorrenti in termini di promozione?

 

Rispondendo queste domande, puoi iniziare a gettare le basi per un’efficace promozione del tuo prodotto e della tua azienda. Ricorda sempre che dovrai stabilire a priori il budget promozionale, che intendi utilizzare. Dovrai ripartirlo nelle varie componenti, così da tenere sempre sott’occhio l’incidenza dei costi, e verificarne efficacemente i risultati ottenuti. Con una combinazione delle 4 leve del marketing mix si ottengono ottimi e certi risultati.

L’evoluzione

Le teorie moderne indicano che vi è stata un’ulteriore evoluzione del marketing mix portando da 4 a 7 le P. Ci stiamo gradualmente spostando da un’attenzione verso il prodotto, a un’attenzione verso il consumatore.

Si aggiungono quindi:

  1. PEOPLE (PERSONE)

  2. PROCESS (PROCESSO)

  3. PYSICAL EVIDENCE (PROVA TANGIBILE)

 

Di cui vi parlerò nelle prossime pubblicazioni.

 

VUOI ATTURARE LA MIGLIOR PROMOZIONE POSSIBILE SUI TUOI PRODOTTI?

 

Tra i miei servizi propongo la redazione di un piano di marketing mirato sulle tecniche di promozione.

CONTATTAMI PER ULTERIORI INFOMAZIONI

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Pillole di Marketingpromotion

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Siamo ora a parlare di un’altra componente essenziale del Marketing Mix, la distribuzione.

Fondamentale è stabilire dove e come vendere i propri prodotti, dopo aver targettizzato il prodotto e averne stabilito il corretto prezzo di vendita.

Bisogna considerare tutti i fattori che possono rendere efficace una rete distributiva a partire dall’industria produttiva sino al singolo punto vendita.

 

La logisticap come place

per quanto riguarda il lato industriale ricopre un ruolo fondamentale a livello organizzativo. Il prodotto deve arrivare nei punti vendita secondo i tempi stabiliti, deve oggigiorno essere curato particolarmente il servizio clienti, per resi, ordini urgenti e quant’altro possa capitare durante le fasi di spedizione ai rivenditori. Inoltre l’azienda produttrice deve rendere più appetibile rispetto ai competitors persino il packaging del proprio prodotto, con combinazione di colori attraenti e invoglianti, colori caratteristici della marca. Provate a pensare allo scaffale dei detersivi, avete mai notato che determinati marchi assumono sempre la stessa combinazione di colori per i propri fustini? Il tutto per rendere immediata la ricerca del consumatore che in questo modo verrà direzionato in modo rapido verso il prodotto ricercato.

 

Reti distributive

Ma a parte le caratteristiche oggettive del pack l’utilizzo di grandi reti distributive faceva perdere all’industria il controllo di tutte le altre leve di marketing sui propri prodotti. Perché la distribuzione utilizza le proprie leve e punta sui prodotti con margini più alti favorendone il posizionamento e discriminano prodotti con bassa marginalità. Quindi l’industria non può imporre un posizionamento rispetto ad un altro e nemmeno il prezzo diventa più controllabile. Che fare allora?

Per poter agire liberamente e svincolarsi dalle politiche di distribuzione, l’industria ha sfruttato la possibilità di acquistare spazi all’interno delle reti distributive per far sì di posizionare al meglio i propri prodotti per ricavarne un vantaggio da posizionamento, riottenere il controllo.

Così facendo le grandi aziende leader di mercato si liberano parzialmente dai vincoli del Merchandising interno del distributore, “proteggendo” il proprio marchio da queste strategie distributive.

 

Dal punto di vista del negoziante

Anche per un negozio rivenditore è importante la leva della distribuzione, che può avvenire nel proprio negozio o tramite la rete. L’avvento di Internet ha rimescolato le carte in tavola, e ormai è una realtà che sta prendendo prepotentemente piede in questi anni.

Quindi il negoziante si troverà a dover gestire in modo seppur differente le stesse problematiche industriali, solo spostandosi sul piano on-line. Dovrà decidere se preferire la creazione di un proprio e-shop, oppure utilizzare gli ormai famosissimi Amazon, E-bay o altri. Per attirare i clienti sul proprio e-commerce e adotterà le proprie strategie di web marketing con l’utilizzo dei Social Media, newsletter, promozioni particolari e quant’altro.

 

ANCHE TU TI SEI LANCIATO NELLA DISTRIBUIZONE ON-LINE?

 

Tra i miei servizi propongo anche la creazione di E-shop e la promozione attraverso i canali social e non solo.

TI INTERESSA?

Contattami per ulteriori informazioni

Non aspettare a rendere più remunerativa la tua attività.

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Pillole di Marketingplace

Le 4P: IL PREZZO

PRICE (prezzo)

Oggi parliamo di un altro fattore importantissimo e fondamentale del marketing mix:

p come prezzo

il prezzo, cioè quel valore monetario assegnato ad un bene o servizio, che quantifica il valore che il consumatore finale dovrà pagare in termini monetari per poter acquistare un prodotto.

La regola principale per la determinazione del prezzo, seppur banale, è che i costi per la realizzazione del bene siano inferiori ai ricavi ottenuti dalla vendita dello stesso, quindi la vendita di un bene deve generare un profitto per l’azienda produttrice.

Politica di prezzo

Molto importante in termini di Marketing è adottare una corretta politica di prezzo all’atto dell’immissione sul mercato di un nuovo prodotto. Bisogna considerare i molti fattori che influenzano il prezzo, tra cui la rilevanza della marca, il fattore innovativo del prodotto, il livello della concorrenza etc.

Per questa ragione bisogna decidere basandosi sulle informazioni ottenute dal target di riferimento che strategia intraprendere.

Il Target

Se per esempio abbiamo un prodotto altamente tecnologico e innovativo ci troviamo di fronte alla scelta su come immetterlo nel mercato, con un prezzo molto elevato oppure con un prezzo molto basso?

Ci dobbiamo basare sul nostro Target per stabilirlo.

Nel primo caso, optando per un prezzo alto, effettuiamo una “scrematura” tagliando fuori automaticamente i consumatori di ceto medio-basso. Questa scelta viene fatta se vogliamo colpire un target interessato ai beni di lusso con fascia di prezzo alta.

Se invece vogliamo che il nostro prodotto entri nel mercato in netta competizione con i competitors, con un target medio basso, allora attueremo una scelta mirata su un prezzo molto basso, che farà sì di colpire quanti più clienti sia possibile.

Esempio

Vorrei farvi un esempio culinario che secondo me rende bene l’idea su come si otterrà il profitto nei due casi.

Ponete il caso che il vostro prodotto sia rappresentato da una fetta di pane

E che i profitti che otterrete dai vari consumatori siano cucchiaini di marmellata

Nel primo caso serviranno pochi cucchiaini per raggiungere il profitto sperato, cioè spalmare la fetta di pane, perché questi saranno carichi di marmellata, così facendo si punta sulla qualità di vendita.

Nel secondo caso ne serviranno molti e molti visto che porteranno sulla fetta di pane poca marmellata e quindi il profitto sperato si raggiungerà solo e unicamente con la quantità di vendita.

Se si sbaglia la definizione del prezzo si perdono inevitabilmente possibili acquirenti ed è fondamentale scegliere e seguire il target combinato con le caratteristiche intrinseche del prodotto.

Ricordando sempre però che il prezzo avrà delle naturali oscillazioni, che dipendo sempre dall’andamento della curva della domanda e offerta e dal ciclo di vita del prodotto. Quindi non pensate che quel prezzo resterà in eterno come tale, ma considerate che potrà variare a causa di fattori esterni al prodotto.

Ovviamente per quanto riguarda le attività commerciali risulta molto più semplice la determinazione del prezzo, ma non direi scontata.

Non bisogna sottovalutare le attività di marketing operativo, e bisogna combinare al meglio le leve del Marketing Mix

Vuoi saperne di più?

Realizzo Marketing plan focalizzati sull’utilizzo al meglio di queste leve.

oppure direttamente nella sezione CONTATTI.

Un saluto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Pillole di Marketingprice