Quando la Tecnologia sforna Asini

hcm

Son sempre stata promotrice e appassionata di innovazioni tecnologiche, ma solo quando era finalizzata alla crescita personale e non all’analfabetismo mentale.

L’avvento di internet ha aperto nuove prospettive, le informazioni diventavano sempre più facilmente fruibili. Il documentarsi su un argomento diventava quasi immediato. Insomma l’ignoranza non era più ammessa.

E ora mi trovo a ragionare anche sugli aspetti negativi di questi indotti tecnologici. Sempre più App che fanno di tutto, ma è sempre un bene? Ci facilitano la vita certo, ma parlando con le nuove generazioni mi son resa conto che i loro cervelli sono sempre più anestetizzati e dipendenti da queste “scorciatoie”.

Le App e la scuola

Anche io come tutti voi ho il cellulare pieno di App, ne utilizzo una per scrivere proprio ora, ma mi chiedo quanto possa far bene ad uno studente il dipendere completamente da un dispositivo, nel momento più delicato per la sua vita, quello in cui deve apprendere per formare un propria cultura e intelligenza. Molti ragazzi adolescenti non sanno quanto è appassionate il ricercare nella realtà le e cose. Leggere un libro tematico, passare ore in biblioteca per fare una ricerca, le comitive di gruppi di studio per preparare un compito in classe o un esame. Tutto congelato in una connessione internet e in un pc o Smartphone. Tutto questo non rimane nei loro cassetti della memoria e poi si scioglierà come neve al sole.

Matematica con una foto

hcm

E poi guardando per curiosità negli store di App me ne compare una che addirittura risolve le espressioni matematiche partendo da una foto. Mi congelo e penso a tutti gli sforzi che ho fatto nei miei studi per imparare la matematica e ora ringrazio il cielo per non essermi arresa alle prime difficoltà. Quando quel telefono non funzionerà che faranno questi ragazzotti??

Ma che ne sanno i prof?

Purtroppo nulla!

Orde di studenti scattano una foto, soprattutto durante i compiti in classe, credendosi i più intelligenti, copiano la risoluzione di un’espressione o di un’equazione e così hanno fregato il sistema. Cioè hanno fregato se stessi ma ancora non lo sanno. Si sono privati del piacere di nutrire la propria mente con nuove sfide e così vivono anestetizzati nella falsa convinzione di essere proprio furbi.

Leggere per conoscere

E i prof purtroppo sono indietro, una generazione vecchia che molte volte non si riesce a rapportare con i giovani e con le evoluzioni tecnologiche sempre più prepotenti. Anche loro anestetizzati nelle loro convinzioni, avviliti dall’impotenza di questa struttura scolastica che proprio non ce la fa a stare al passo. Sempre almeno 5 o 10 anni indietro rispetto al presente tecnologico. Senza motivazioni e stimoli, se non quello di portare uno stipendio a casa.

Il Futuro non sono solo i giovani!

Insomma il nostro futuro non sono solo i giovani, ma siamo anche noi che dobbiamo trasmettere loro le basi per l’evoluzione personale. Quello che abbiamo ricevuto dobbiamo trasmetterlo, diamogli la passione per la conoscenza. E per farlo siamo un pò più furbi impariamo a parlare con loro e seguiamo le novità tecnologiche per non passare per tonti e per non crescere giovani idioti strafottenti.

stonehenge

Leggi i miei articoli oppure seguimi su Facebook.

I tuoi commenti sono importanti dimmi anche tu cosa ne pensi. Commenta qui sotto.

a presto

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

creare un logo

Regola 1: Sempre più basic

 

Un Logo di tendenza deve essere l’espressione grafica identificativa dell’azienda, e deve essere d’impatto e immediata. Direte, beh non lo è sempre stato? In verità non sempre, ad oggi ci troviamo di fronte ad un’evoluzione che cambia sostanzialmente la funzione del logo. Mentre prima, nei loghi, vi erano tutti quegli orpelli grafici che distinguevano un marchio, ora si sta giungendo sempre più ad una stilizzazione del marchio, la leggibilità diviene fondamentale. Si tende a privilegiare la chiarezza, alla grafica.

 

Le ragioni

 

Come vi sarà già capitato di notare, è in atto questa corsa alla semplicità, anche i siti web stanno ritornando sempre più basici. Se voi notate lo stesso Google  nella sua pagina iniziale di ricerca, mostra solo pochi elementi e lo stesso logo rispecchia questo cambiamento. Per gli utenti sono cambiamenti impercettibili, che pochi noteranno, ma per tutti noi che lavoriamo con internet e ci teniamo aggiornati sulle tendenze, il cambiamento è molto evidente. Il motivo principale di questo cambiamento segue principalmente le modalità di utilizzo dei siti da parte degli utenti.

 

Sempre più Mobile

 

Ormai la stragrande maggioranza degli utenti visita i siti web dal proprio smartphone e quindi diviene indispensabile ridurre i tempi di caricamento delle pagine. Per fare questo, oltre che alla creazione di siti mobile friendly occorre ridurre il peso degli effetti grafici e stilistici. Se per esempio guardate Amazon dal vostro cellulare potrete vedere che di grafico è rimasto ben poco. La tendenza del “Less is More” ha origini profonde e ora diviene sempre più cardine delle politiche di marketing. Il logo aziendale perde di grafica, ma deve comunque mantenere quella comunicabilità immediata e riconducibile all’azienda.

 

Come cambiano allora i Loghi?

 

Vi propongo un paio di esempi che mostrano il cambiamento, dai meno evidenti a quelli più chiari e verificabili.

logo googleIl primo è quello di Google, come potete vedere i colori sono stati mantenuti mentre il tipo di carattere è diventato più semplice e più leggibile. Il che è ulteriormente visibile nella riduzione a singola lettera iniziale della favicon di Google, che mostra la “G” con grafica nuova divisa nei 4 colori.

Logo Pinterest

Un secondo esempio è quello di Pinterest dove risulta ancor più evidente questo adeguamento alla semplicità. Il colore rosso è rimasto, ma i caratteri non presentano più quel corsivo del vecchio logo. Altro discorso invece è quello che riguarda la favicon che mantiene la “P” in formattazione originale e in corsivo.

 

Potrei farvene tanti altri di esempi, ma mi limito a questi due che sono i più chiarificatori del processo in atto.

 

Conclusioni

La tendenza delle politiche di marketing mira a raggiungere la chiarezza, la semplicità anche nella grafica dei loghi aziendali. Vi è un progressivo mutamento che segue principalmente l’utilizzo che gli utenti fanno di internet e il tempo di permanenza sul web. La velocità, l’immediatezza divengono fondamentali come punto di identificazione aziendale anche per quello che riguarda il logo.

 

Cosa ne pensate di questo cambiamento in atto? Che impatto avrà sulle aziende il non adeguarsi? E per chi ha adottato Loghi con immagini o simboli cosa accadrà?

 

Commentate quest’articolo e ne parleremo insieme.

un saluto

Laura

Se siete interessati ai miei servizi di marketing contattatemi, il preventivo è gratuito.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

graficaTecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Qr codeVi starete chiedendo di cosa stiamo parlando, in effetti non molti hanno dato tanta importanza a questo quadrato pieno di puntini che è in circolazione da più di 20 anni ormai. Molti ancora si chiedo a cosa serva e come mai spesso lo troviamo sulle confezioni dei prodotti commerciali o sulle riviste.

 

 Queste cose moderne

 

come i più restii le definiscono, non sempre vengono comprese e per questo stentano a prendere piede. Poi il pensare di dover installare una nuova applicazione sul proprio cellulare, l’ennesima, lo rende ancor più difficile la diffusione tra la gente. Ma provate a pensare alla rivoluzione che ha creato, in tempi ancor più remoti, il codice a barre. Queste stanghettine ordinate verticalmente che hanno reso possibile la riorganizzazione e la gestione del packaging dei prodotti che troviamo sugli scaffali del supermercato. Un altro esempio lo sono gli stessi “bollini”, che vengono posti sulle ricette mediche. Anche questo codice nasconde molti dati dietro le righe, e molti ancora li ignorano. Ma nonostante questo, ha abbattuto la barriera d’incertezza, ed ha avuto una distribuzione totalitaria sul mercato. Certo dall’ottica di noi consumatori non ha molta importanza, perché lo vediamo solo come una codifica per la gestione interna delle aziende, ma i benefici che ci ha apportato sono molteplici.

 

Questo QR code, che cos’è? Perché è così diverso? Perché dovrebbe interessarci?

 

Questo è quello che ad ognuno di noi è passato per la testa, chiedendoci che differenza ci sia rispetto al codice a barre, in apparenza non vediamo differenze, se non nella grafica. Ora provate a pensare alla vostra realtà quotidiana, tutti noi siamo ormai connessi costantemente ad internet attraverso il nostro smartphone. Questo piccolo quadrato di viene un ponte di connessione tra il reale e il digitale, facendoci accedere a tutqr code Infota una serie di contenuti. È sufficiente inquadrarlo con la nostra fotocamera e il gioco è fatto, possiamo aprire siti internet, ascoltare una canzone, guardare un video e molto ancora, partendo da un articolo di giornale ad esempio.  L’immediatezza dell’azione che compiamo sta proprio nella semplicità di scattare una foto. Cosa che tutti ormai siamo in grado di fare con il nostro telefonino. È affascinate il pensare di poter leggere una ricetta su un ricettario e al contempo poter vedere il video che mostra la preparazione di quel piatto, oppure andare in un museo ed inquadrare il QR code di un’opera per sentire istantaneamente la spiegazione della stessa, senza ammassarci attorno alla guida di turno. Molti lo vedono ancora come un futuro possibile ma non accessibile, ma non è fantascienza, è ormai realtà in molte città.

 
La funzione su Facebook che molti non conoscono

 

Anche lo stesso Facebook offre una funzione integrata che consente di leggere i codici QR, così che non sia più necessario scaricare altre ulteriori applicazioni. RICORDATE SEMPRE che resta sempre a voi la scelta di scattare quella foto per attraversare quel ponte oppure no.

Questo articolo lo trovate pubblicato sulla terza uscita di New Entry del 26/02/2018

Se siete interessati ai miei servizi, contattatemi per un incontro conoscitivo o un preventivo gratuito

Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Attualità Marketing Privacy

Tele Marketing aggressivo? No grazie

Facebook Marketing Pixel Social Uncategorized

Come creare un pixel di Facebook

Facebook Marketing Pixel

Cosa fa il Pixel di Facebook

Attualità Facebook Marketing Pixel

Pixel di Facebook: a cosa serve?

internet Marketing Pillole di Marketing

Landing Page o Squeeze page?

internet Tecnologia

FTTC e FTTH Vuoi sapere che Fibra hai?

Attualità Marketing Social Tecnologia

FACEBOOK MA QUANTI PROBLEMI!

Attualità Communication Marketing Pillole di Marketing

Perchè comunicare per ripartire?

Tecnologia

Quando la Tecnologia sforna Asini

Google Plus Marketing Privacy

IL GDPR FUNZIONA DAVVERO?

Marketing

Marketing Biologico!

Communication Marketing Pillole di Marketing Social

Perchè bisogna utilizzare i Social?

Marketing Pillole di Marketing

5 Errori che uccidono la tua strategia

Marketing Pillole di Marketing SEO

La morte della SEO?

Marketing Pillole di Marketing Tecnologia

Il Marketing fai da te

Pillole di Marketing

Marketing questa parola sconosciuta

Privacy Tecnologia

Attenti alla Privacy!

Pillole di Marketing SEO Tecnologia

Http o Https?

Pillole di Marketing Tecnologia

Social o non Social? Questo è il problema…

grafica Tecnologia

Scegliere un logo di Tendenza?

Tecnologia

QR code un ponte verso il digitale?

Algoritmo Facebook

Algoritmo Facebook: ti farà i conti in tasca!

SEO

Fare SEO è indispensabile?

4C Communication consumer convinence cost Pillole di Marketing

Evoluzione del Marketing mix le 4C

Pillole di Marketing Pysical Evidence

4P+3 Physical Evidence

Pillole di Marketing process

4P+3 Process

people Pillole di Marketing

4P+3 People

Pillole di Marketing promotion

Le 4P La Promozione (Promotion)

Pillole di Marketing place

Le 4P: IL PLACE (DISTRIBUZIONE)

Pillole di Marketing price

Le 4P: IL PREZZO

Pillole di Marketing Product

LE 4P Product

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter di HCM

Dove sono

Orari

HCM riceve solo su appuntamento. Per richiedere un incontro contattatemi attraverso la sezione CONTATTI

Ricevo nei seguenti orari:

LUN-VEN dalle 09:30-17:30

Follow me

On Facebook

Post Recenti

CONTATTAMI

Vuoi avere maggiori informazioni sui miei servizi o richiedere un appuntamento?

Richiedi la tua prima consulenza gratuita

Tecnologia